Analisi Territoriale

Geospectra offre servizi di indagine territoriale riferiti alle discipline delle Scienze della Terra e finalizzati alla caratterizzazione ambientale. Le tradizionali tecniche di rilevamento sul terreno sono supportate da sistemi di georeferenziazione ed elaborazione che utilizzano software Geographical Information System (GIS).

Analisi Geochimica

I servizi offerti comprendono la fornitura di dati, acquisiti con strumentazione FP-EDXRF portatile (Field Portable X-Ray fluorescence) di proprietà della società, relativi alla composizione di rocce e suoli negli ambiti Terre e Rocce da Scavo, siti contaminati e fondi naturali, siti minerari, terreni agricoli, manufatti e materiali lapidei naturali e materiali artificiali in genere. Ciascun punto di analisi viene georiferito ed elaborato con software GIS. Le modalità operative sono sviluppate secondo tre modalità operative in funzione del grado di approfondimento richiesto dal committente:

– Qualitativo, con rilievo diretto a contatto del materiale al fine di individuare un trend delle variabili secondo griglie a differente densità;
– Semi-quantitativo, con rilievo in situ su un campione appositamente preparato su frazione < 2 mm al fine di individuare un trend delle variabili secondo griglie a differente densità,
– Quantitativo, con analisi strumentazione da banco presso i laboratori convenzionati per eventuale certificazione delle concentrazioni e taratura rilievi qualitativi.

Analisi dei materiali

La strumentazione disponibile, consente analisi nei campi:
– materiali artificiali: rottami metallici, metalli preziosi, leghe metalliche e plastiche, intonaci e cementi, scorie di fonderia, polveri, paste, gel e liquidi, Positive Material Identification (PMI), film o rivestimenti di superfici metalliche riflettenti come acciaio o alluminio, superfici opache e/o riflettenti, verifica dei circuiti stampati.
– beni culturali: analisi dei pigmenti e loro eventuali materiali di origine, analisi dei metalli e delle leghe metalliche, analisi del vetro (per esempio per verificare la presenza del piombo), l’analisi delle ceramiche (per esempio per verificare la presenza di metalli pesanti); l’analisi dei materiali lapidei, degli smalti, ecc, analisi degli inquinanti e delle patine, analisi del livello di mineralizzazione dei reperti ossei, indagini sulla conservazione e sul mantenimento dei materiali, indagini sulle tecniche costruttive di un reperto, indagini sulla provenienza e sulla datazione di un manufatto, indagini atte ad identificare quale materiale risulti più adatto per un restauro.

La tecnica FP-ED XRF unisce i vantaggi di un’analisi multi elementare non distruttiva alla possibilità di lavorare direttamente in sito, senza alcuna limitazione di forma e dimensione del campione. Questo si traduce in un risparmio sia in termini di costi di trasporto e assicurativi di un’ opera, sia di costi analitici.